21 set 2017

Pane senza glutine con Macchina Panasonic


 
Bellissimo avere il pane fresco tutti i giorni senza troppi sforzi
Avevo dimenticato la comodità di una Macchina per pane perché la mia si era rotta molti ma mlti anni fa. Grazie a Panasonic però adesso possiedo una bellissima macchina per pane con uno specifico programma per il pane senza glutine
Semplice da usare, con  la Macchina ZX2522 di Panasonic, non si fa solo il pane ma anche meravigliosi impasti a lunga lievitazione, conserve, pasta all'uovo, marmellate e torte!
Oggi cominciamo dalla ricetta più semplice, quella per il pane bianco, morbido e delizioso


Ingredienti
400 ml di acqua
160 gr di Farina Glutafin senza glutine
340 gr di Farina Nutrifree per pane
15 ml di olio Evo
2 cucchiaini di sale
1 bustina di lievito secco senza glutine (10 gr)
Preparazione semplicissima
Disporre nel cestello della macchina gli ingredienti nell'ordine indicato e chiudere lo sportello. Versare il lievito nello scomparto superiore come indicato nelle istruzioni


Impostare il Programma n.19 con doratura della crosta su DARK.
Avviare e attendere il tempo indicato (h 2.55).

Il profumo di pane inonderà la vostra casa e la macchina farà tutto da sola.
Al termine del programma, un suono acustico vi avviserà che il vostro pane senza glutine
è pronto e apparirà così


Basterà quindi spegnere la macchina, estrarre il cestello con un guanto e rovesciare il pane
su una gratella. Fatelo raffreddare completamente prima di tagliarlo per evitare
che si spezzi poiché molto alto e soffice.
E' anche possibile impostare il timer da un minimo di 4 ore fino a un massimo di 13 in base ai menu
Una volta terminagta la cottura, non lasciate il vostro pane all'interno della macchina
perché l'eccessiva umidità ne comprometterebbe la consistenza.
Conservatelo in un sacchetto ermetico e vi durerà anche 3 o 4 giorni

Ottimo per toast, bruschette e...scarpette!


Varianti già provate alla suddetta ricetta:

Con aggiunta di Farina Conad  
400 ml di acqua
170 gr di Farina Glutafin senza glutine
260 gr di Farina Nutrifree per pane
70 gr di Farina conad
15 ml di olio Evo
2 cucchiaini di sale
1 bustina di lievito secco (10 gr) da inserire nell'apposito scomparto

Il pane ottenuto è molto simile all'altra versione ma viene più scuro e la mollica 
è leggermente meno sbriciolosa

Con Farina Koylia, grano saraceno e speck
400 ml di acqua
450 gr di farina Koylia senza glutine
50 gr di farina di grano saraceno Molino Rossetto
2 cucchiai di olio Evo
2 cucchiaini di sale
80 gr di speck senza glutine a cubetti

Il pane ottenuto ha un gradevole profumo rustico ma la presenza contenuta
del grano saraceno lo rende gustoso senza alterarne il sapore
La crosta è molto più scura e i bordi piacevolmente croccanti

La farina Koylia è reperibile nei supermercati e discount ed ha la stessa
formulazione della Conad universale senza glutine

18 set 2017

Crostatine senza glutine e senza cottura con crema Tiramisu



Oggi vi propongo un dolcetto che non comporta cottura, perché anche se ormai
il caldo è passato e non ci fa più paura accendere il forno,
la comodità di una preparazione a freddo resta invariata.
La crema è la stessa di questa ricetta e da quando l'ho provata non la lascio più!
Grazie ai biscotti Petit di Schär poi il risultato è garantito
La quantità di crema è superiore alla necessità del numero di crostatine indicato
ma potete raddoppiare le dosi delle crostate (magari facendone una unica) oppure
seguire i suggerimenti che vi do a fine post 
Andiamo dunque in cucina

Ingredienti
per 8 crostatine da cm. di diametro
Per le basi
200 gr di Biscotti Petit Schär
80 gr di burro fuso
Per la crema Tiramisu
500 gr di mascarpone
250 gr di zucchero
3 uova intere
3 tuorli
30 gr di acqua
250 ml di panna fresca
10 tazze di caffè amaro
1 cucchiaino di pasta di vaniglia (io Rebecchi)
5 gr di colla di pesce senza glutine
Per decorare
8 cucchiai abbondanti di Crema di nocciole senza glutine
(io ho usato la Pernigotti)
Cacao amaro senza glutine
Riccioli di cioccolato senza glutine

Tritare i biscotti in un mixer e unirvi il burro fuso
Mescolare e disporre il composto negli stampi da crostatine pressando 
con un cucchiaio quindi riporre in frigorifero per almeno 4 ore.
Preparare la crema Tiramisu pastorizzata
Mettere a bagno in acqua fredda i fogli di colla di pesce.
In un pentolino dal fondo spesso disporre le uova e i tuorli leggermente sbattuti con lo zucchero e l’acqua e a fiamma bassissima mescolare con una spatola portando ad una temperatura di 83° (è necessario avere un termometro, facilmente acquistabile online).
Versare tutto in planetaria e unire la gelatina strizzata. 
Montare la frusta a filo e lavorare alla massima velocità fino a completo 
raffreddamento (serviranno circa 30 minuti).
Intanto in una ciotola, mettere il mascarpone, la panna liquida e la vaniglia e 
montare con delle fruste elettriche fino a quando il composto non sarà ben gonfio. 
Riporre in frigorifero.
Quando la montata di uova e zucchero sarà spumosa e fredda fermare la planetaria 
e raccogliere eventuali residui di uovo dal fondo della ciotola 
lavorando ancora per circa 1 minuto. 
A questo punto versare il composto di panna e mascarpone nelle uova 
ma poco per volta e delicatamente per non sgonfiare la montata. 
Continuando a lavorare a velocità bassa incorporare tutto il mascarpone.
Riprendere le basi delle crostatine e delicatamente estrarle dalla forma
rigirandole sul palmo della mano.
Per farcire basterà spalmare il fondo con la crema di nocciole, poi versarvi
due cucchiai di crema e infine completare con cacao e riccioli di cioccolato.



Se dovesse avanzarvi della crema potete conservarla in frigorifero ben coperta,
fino a 5 giorni poiché le uova sono pastorizzate.
Potete inoltre prendere dei Savoiardi Schär e comporre un delizioso tiramisu






13 set 2017

Pizza senza glutine ai peperoni, origano e caciocavallo con Farina Molino Spadoni

Oggi voglio parlarvi di una pizza buonissima preparata con un solo mix 
di farine senza glutine;la Free Gluten di Molino Spadoni.


Nella Rubrica "Farine senza glutine, Croce e Delizia", che gestisco insieme con Sonia 
sul sito di gluten Free Travel and Living, ve ne avevo parlato a proposito
di un ottimo pane e vi invito a leggerne tutti i dettagli in questo articolo


L'ho poi provata nella pizza e i risultati sono stati davvero soddisfacenti!


Ecco come preparare la pizza ai peperoni

Ingredienti per una teglia rotonda da 30 cm.
Per la base
250 gr di farina Free Gluten Molino Spadoni
185 ml di acqua
5 gr di lievito di birra fresco
1 cucchiaio di olio Evo
1 cucchiaino di sale 
Per farcire
1 peperone grigliato e spellato
70 gr di mozzarella
50 gr di caciocavallo
origano e sale fino

Sciogliere il lievito nell'acqua appena tiepida
Nella ciotola del Kenwood disporre la farina e con il braccio impastatore
cominciare a lavorare a bassa velocità unendo l'acqua poco per volta.
Aggiungere l'olio e infine il sale e lavorare per 10 minuti.
Tresferire l'impasto in una ciotola coperta e lasciar lievitare per circa 1 ora e mezza.
Riprendere l'impasto e lavorarlo su un ripiano infarinato, quindi 
stenderlo nella teglia oliata, coprire con un telo pulito e lasciar lievitare ancora
per circa 45 minuti (la seconda lievitazione è importante per questa farina).
Tagliare a striscioline i peperoni e condirli con olio e sale 
Riscaldare il forno alla massima temperatura
Disporre ora sulla pizza la mozzarella tritata poi i peperoni e infine il caciocavallo.
Completare con l'origano e un filo d'olio e cuocere per il tempo necessario
(dipenderà dal vostro forno)

Buon appetito!



06 set 2017

I baci non sono mai troppi di Raquel Martos


Quando ho acquistato questo libro, l’ho fatto forte della mia precedente esperienza di lettura con Raquel Martos. Vi ricordate questa recensione?
“Alla fine andrà tutto bene” mi era piaciuto moltissimo e mi aveva divertito ed entusiasmato 
lo stile di scrittura di questa, a mio avviso, bravissima scrittrice/giornalista.
Ma “I baci non sono mai troppo” è stato molto, molto di più!

Un groviglio di emozioni che si susseguono dall’inizio alla fine facendoci amare 
tutte le protagoniste della storia fino allo sfinimento. 
Fino a farci desiderare di essere una di loro o almeno che una di loro fosse nostra amica 
oppure a farci almeno sognare (o rivivere) una così preziosa amicizia.
Tenero ma mai sdolcinato, realistico ma mai scontato, piccante ma mai osceno, 
imprevedibilmente triste e divertente…questo libro mi ha fatta innamorare!




LA TRAMA
Questa storia, che non parla di principi azzurri e principesse, inizia in Spagna molti anni fa, quando la tv era ancora in bianco e nero, le bambine ballavano con l'hula-hoop e bastava uscire a mangiare un panino per vivere una grande avventura. Un giorno, a scuola, Lucía conosce Eva. Spavalda, coraggiosa e indomita come i suoi capelli la prima. Timida, riflessiva e avida divoratrice di fagiolini crudi la seconda. Hanno entrambe solo sette anni, ma fin dal primo momento diventano amiche per la pelle. Condivideranno sogni, segreti sussurrati all'orecchio perché il ragazzino accanto non senta che si parla di lui, conquiste e delusioni, in un rapporto fatto di complicità e mille risate, tanto travolgenti e rumorose da attirare sempre i rimproveri degli adulti. Finché un litigio le separerà. Anni dopo il caso le fa ritrovare all'aeroporto di Madrid. Lucía, single, è il perfetto prototipo della manager in carriera. Eva, dopo aver rinunciato al teatro per dedicarsi alla famiglia, si barcamena tra la fine del suo matrimonio e la figlia Lola, una piccola pirata di cinque anni. Nonostante i vecchi conflitti, l'amicizia di un tempo è ancora viva, come e più di prima. Ma Lucía non può immaginare che Eva sta per chiederle il favore più importante della sua esistenza. Una storia che ci ricorda che esistono legami unici e speciali che nemmeno il tempo e la distanza riescono a intaccare.

11 ago 2017

Torta fredda senza glutine al cioccolato e frutti di bosco




Ma chi ce l'ha il coraggio di accendere il forno?
Siamo ad agosto e l'ultimo stoico tentativo di cottura l'ho compiuto con la torta di compleanno della mia celiachetta il 5 luglio. Dopodiché...basta fornelli e forni ma solo Bimby e piatti freddi.
Ieri sera però, l'invito a cena di una cara zia e la solita richiesta "Porti tu il dolce?"
Come rifiutare? 
Per cui ho dovuto mettere insieme qualcosa che non avesse assolutamente bisogno di cottura. 
L'idea è venuta da questo Pin ma in realtà la mia ricetta è totalmente diversa 
(e la sua torta è indubbiamente molto più bella)
Il risultato è di quelli che non si dimenticano! 

I frutti di bosco in questo periodo impazzano e le fragole sono di quelle
piccole e succosissime di montagna. 
Procediamo dunque

Ingredienti 
per una tortiera con fondo removibile da 30 cm.
Per la base
400 gr di biscotti al cioccolato senza glutine
80 gr di biscotti bianchi con gocce di cioccolato senza glutine
180 gr di burro fuso
Per la crema
250 gr di mascarpone
15 ml di latte di cocco senza glutine
50mgr di yogurt al cocco senza glutine
2 cucchiaini di miele d'arancio
mezzo cucchiaino di vaniglia bourbon in pasta
6 lamponi, 4 fragole, 2 o 3 cucchiaini di acqua e 1 cucchiaio di zucchero
Per decorare
Fragole, lamponi, more e mirtilli freschissimi
Menta fresca

In un mixer tritare i biscotti e unirvi il burro fuso
Stendere all'interno della teglia livellando con una spatola 
e riporre in frigorifero per minimo 2 ore o per tutta la notte.
Trascorso questo tempo procedere con la preparazione della crema.
In un pentolino disporre i lamponi e le fragole con lo zucchero e l'acqua
e far cuocere a fiamma bassa fino a quando non sarà tutto sciolto.
Lasciar raffreddare
Con le fruste montare il mascarpone con il miele e il latte, poi aggiungere lo 
yogurt e infine lo sciroppo ottenuto con i frutti rossi
(se volete colorare la crema ancora di più, aumentare la quantità di frutti rossi
e diminuite lo yogurt regolandovi con la consistenza desiderata)
Stendere la crema sulla base della torta senza arrivare ai bordi.
Poco prima di servire, decorare a piacere con i frutti di bosco e riporre in frigorifero



Volendo potete cospargere la torta con dello zucchero a velo per un tocco un po' più dolce


04 ago 2017

Melanzane alla calabrese

 

Con questo caldo si ha poca voglia di accendere forno e fornelli vero?
Il piatto che vi propongo oggi richiede uno sforzo minimo ma in compenso
 risolve una intera cena poiché è un piatto unico completo e nutriente.
Allora buon lavoro a tutti!


Ingredienti per 4 persone
600 gr di melanzane
400 gr di pomodori ramati maturi
4 uova
30 gr di pecorino grattugiato
olio di semi di arachide
3 cucchiai di olio Evo
sale fino 
1 peperoncino piccante fresco

Pulire le melanzane, lavarle e tagliarle a dadini disponendole in uno scolapasta e salandole. Coprire con un piatto e metterci sopra un peso per far perdere il liquido amarognolo.
Dopo circa 1 ora, risciacquarle e asciugarle bene.
In una padella antiaderente, scaldare abbondante olio di semi di arachide e
friggere le melanzane fino a quando saranno dorate
Lavare i pomodori e metterli in uno scolapasta salandoli e lasciandoli sgocciolare
Scolare le melanzane, disporle su carta assorbente da cucina e salarle
Scaldare ora l'olio Evo nella stessa padella antiaderente, unire i pomodori e lasciare
insaporire a fuoco vivo per qualche minuto.
Aggiungere le melanzane e mescolare delicatamente; dopo circa un minuto unire le
uova sbattute con il pecorino e mescolare continuamente fino a quando
le uova saranno ben rapprese. 
Servire il piatto caldo completando con peperoncino a piacere e basilico fresco



E buon Gluten Free (Fri)day a tutti!



Da una ricetta di Sale&Pepe

27 lug 2017

Torta sbriciolata al cioccolato senza glutine e senza cottura

 
 Che dire di questa torta sbriciolata al cioccolato se non che è semplicemente deliziosa?
Davvero irresistibile e goduriosa anche se...davvero peccaminosa!
Inoltre, dettaglio non da poco, no ha bisogno di cottura ed è quindi veloce da preparare
Condividetela con i vostri più cari amici e parenti e non ve ne pentirete ;)
 

La ricetta gira parecchio in rete e io ho scelto questa pur apportando delle modifiche
e rendendola un po' meno grassa e ovviamente senza glutine
utilizzando i biscotti della Schär Gocce di luna

 
Ecco come procedere
Ingredienti
Per la base
250 gr di biscotti Gocce di Luna Schär
120 gr di burro fuso
Per farcire
250 gr di mascarpone
250 ml di panna da montare
1 cucchiaio di miele
1 cucchiaio di zucchero a velo senza glutine
2 cucchiai di crema di nocciole senza glutine
(potete scegliere in questo, questo o questo post la vostra preferita)
Per guarnire50 gr di biscotti Gocce di Luna Schär
Corn flakes al cioccolato senza glutine

Tritare i 250 gr di biscotti e mescolarli al burro fuso
Foderare come mostrato in questo post uno stampo a cerniera da 24 cm.
e versarvi il composto livellando con un cucchiaio
Mettere in frigorifero per almeno 1 ora
Montare ora la panna con il miele e lo zucchero e unirvi delicatamente
il mascarpone amalgamando con una spatola.
Riprendere la base della torta e spalmarvi la crema di nocciole
versare quindi il composto di panna e mascarpone e coprire con i
rimanenti biscotti sbiciolati.
Riporre in frigo e al momento di servire cospargere con i corn flakes o
anche con dei riccioli di cioccolato


21 lug 2017

Caserecce senza glutine con melanzane e mozzarella



 Adoro la pasta e quando la si accoppia a verdure o ortaggi di stagione
la trovo davvero irresistibile!
Questa ricetta l'ho presa da un vecchio Sale e Pepe e l'ho modificata
e arricchita di qualche ingrediente aggiuntivo.
Vi consiglio di provarla al più presto!

Ingredienti per 4 persone
350 gr di caserecce senza glutine (io Massimo Zero)
300 gr di pomodori ciliegino
2 melanzane medie
3 mozzarelle nodini
origano secco e timo fresco
1 cucchiaio di olive di Gaeta
Olio Evo, sale 

Lavare le melanzane, tagliarle a fette alte un centimetro e poi a cubetti
Disporle in uno scolapasta, salarle e lasciare colare l'acqua amara.
Lavare i pomodorini e asciugarli.
Disporli in una teglia appena unta, cospargerli di olio e sale e
 cuocerli in forno sotto il grill a 210° per circa 15 minuti rigirandoli a metà cottura.
Intanto portare a bollore l'acqua per la cottura della pasta
In una larga padella antiaderente scaldare 3 cucchiai di olio e soffriggervi
uno spicchio di aglio quindi rosolare le melanzane a fiamma vivace,
per circa 10 minuti mescolando spesso e aggiungendo le olive.
Trasferire i pomodorini in una terrina e condirli con il timo e l'origano
Unire quindi le melanzane
Scolare la pasta e sciacquarla velocemente sotto acqua fredda quindi versarla
nella terrina e unire la mozzarella tagliata a pezzetti.
Condire con un filo d'olio e e servire


Buon venerdì a tutti!


14 lug 2017

Naked Cake senza glutine alla frutta estiva




La Naked Cake, è una torta davvero deliziosa 
che si presenta da sola e non ha bisogno di troppe parole


Ce ne sono tante in rete ma io mi sono ispirata ad una delle più brave blogger/pasticcere
che ci sono in giro e che ho anche avuto il piacere di abbracciare di persona
durante un mio recente minitour in Sicilia.
Sto parlando della mitica Stefania del blog Profumi e Sapori, che non sbaglia un colpo!
Ho seguito senza indugi la sua ricetta ed infatti il successo è stato enorme
Ho solo variato leggermente la crema in ingredienti e quantità di zucchero
ma voi procedete come meglio credete

Qui la ricetta originale e a seguire la mia
Grazie Stefania!

Ingredienti
Per le basi
300 gr di uova a temperatura ambiente
300 gr di zucchero
300 gr di farina senza glutine
(Io mix di farine naturali per impasti lievitati)
300 gr burro
10 gr lievito per dolci senza glutine
(io Colombo Bio)

Per la crema
250 gr mascarpone
250 ml panna montata
150 gr di ricotta vaccina
50 gr zucchero a velo
1 cucchiaio di miele di acacia
semi di 1 bacca di vaniglia

Per la decorazione ho usato
melone, mirtilli, fragole, ribes
 pistacchio in polvere
qualche fogliolina di menta fresca

Per la preparazione delle basi vi passo i suggerimenti di Stefania
Nella ciotola del Kenwood con la frusta gommata
Montare il burro morbido con lo zucchero fino a renderlo spumoso. 
Sbattere le uova in un piattino e versarle lentamente, a filo, 
sulla montata di burro e zucchero, continuando a montare. 
Aggiungere infine la farina setacciata con il lievito, mescolando con 
una spatola a mano, e girando dall’alto verso il basso. 
Distribuire il composto ottenuto in tre stampi per torta, 
di diametro differente (22cm – 18cm – 10 cm). 
Cuocere in forno a 180° fino a cottura completa. 
I tempi saranno differenti in base all’ampiezza dello stampo scelto. 
Per sicurezza è sempre meglio affidarsi alla prova stecchino.

Fare freddare le torte, estrarle dallo stampo, ricoprirle di pellicola alimentare 
e riporle in frigo per 4 ore (io le ho preparate il giorno prima).
Preparare la crema.
Lavorare la ricotta con il miele in una ciotola fino a renderla liscia
Montare la panna con il mascarpone sempre nel Kenwood con la frusta a filo,
unendo lo zucchero e la vaniglia  mentre la macchina lavora.
Quando la crema sarà ben montata, fermare la planetaria e amalgamare
la ricotta con una spatola delicatamente.
Riporre la crema in frigorifero.

Una volta che le torte sono ben fredde, eliminare la calotta superiore, 
ribaltarle in giù in modo che la parte da cui abbiamo eliminato la calotta 
sia quella a contatto con il piatto. Tagliare a metà nel verso della lunghezza. 
Farcire con un abbondante strato di crema, distribuendola con una sacca da pasticceria 
in modo da non creare eccessive sbavature.

Completate tutte e tre le torte, sovrapporle una sull’altra, spalmando poca crema tra l’una e l’altra. Infilzarle al centro con un paio di stuzzicadenti lunghi, per rendere la torta più stabile.
(io me ne son dimenticata!)
 Decorare con la frutta fresca scelta e conservare in frigorifero fino al momento di servire
Il mio consiglio è di farcirla non troppo tempo prima di mangiarla
per evitare che la frutta cominci ad ossidarsi o ad ammollarsi



Porto la mia torta al Gluten Free Day

27 giu 2017

Riso estivo con mortadella, friggitelli e gorgonzola senza glutine


 
L’insalata di riso è un classico dei nostri pranzi estivi e mi diverte inventarne sempre di nuove. 
A volte un po’ studiate, a volte prese da libri di cucina o riviste, altre ancora in base 
agli ingredienti presenti in frigorifero e alle voglie del momento. 
E’ proprio il caso di questo Riso estivo di oggi, sfizioso semplice e saporito. 
Ecco come l’ho preparato

Ingredienti
(per 3 persone)
280 gr di Riso Roma Parboiled
8 friggitelli
1 spicchio di aglio
10 pomodorini datterino
5 pomodori secchi
1 cucchiaino di origano secco
40 gr di gorgonzola piccante
mezza pallina di mortadella senza glutine (io Fiorucci)
qualche rametto di timo fresco
Olio Extra Vergine di oliva

Per prima cosa portiamo a bollore dell’acqua salata e cuociamo il riso al dente 
passandolo sotto l’acqua fredda una volta scolato.
Mentre il riso cuoce,  laviamo e asciughiamo per bene i friggitelli. 
In una padella antiaderente versiamo un cucchiaio di olio extravergine d’oliva 
e soffriggiamo lo spicchio di aglio quindi aggiungiamo i friggitelli e lasciamoli friggere
 per circa 10 minuti sgocciolandoli poi su carta assorbente.
Adesso tagliamo la mortadella a fette alte e poi in cubetti e scottiamola in un 
padellino antiaderente senza altri grassi cospargendola alla fine con l’origano.
Tagliamo a filetti i pomodori secchi e a metà i datterini 
condendo questi ultimi con olio, sale e timo fresco.
Disponiamo ora il riso in una ciotola e condiamolo con due cucchiai 
di olio extravergine di oliva, poi aggiungiamo la mortadella, i friggitelli tagliati a rondelle, 
i pomodori e i pomodorini, il gorgonzola sbriciolato e il timo. 
Amalgamiamo e , se necessario, aggiungiamo ancora poco olio.
Ottimo anche il giorno seguente


Per altre idee a base di riso freddo guarda anche
Insalata di riso gange e ceci neri
Insalata di riso e quinoa con verdure e frutti di mare
Insalata di riso ai due pesti con zucchine e asiago






LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...