17 feb 2017

Panini in padella senza glutine con salmone e robiola



I panini in padella senza glutine sono una geniale trovata per chi ha
voglia di una alternativa al classico pane  cotto in forno.
Io per esempio li trovo molto comodi da preparare in camper.
Sono sfiziosi e facili da preparare e si possono farcire in mille modi; 
dai classici salumi con formaggi, a un ripieno vegetariano, da un abbinamento
fresco come il mio salmone e robiola e una farcitura dolce e cioccolatosa.
Spazio alla fantasia dunque e facciamo posto al gusto! 



Questa ricetta, così come moltissime altre belle idee, la trovate sul


 Veniamo dunque alla preparazione dei panini in padella



Ingredienti per circa 35 panini

315 ml di acqua leggermente tiepida
10 g di lievito di birra fresco
300 g di farina senza glutine Conad
150 g di farina Glutafin Select
 50 g di farina per pane Nutrifree Fibra+
20 ml di olio extravergine di oliva
10 g di sale
Per farcire:
300 g di salmone affumicato
300 g di robiola
100 g di songino

Sciogliete il lievito in metà dell’acqua prevista, leggermente intiepidita e lasciate agire.
Nella ciotola dell’impastatrice disponete le farine e cominciate a impastare lentamente 
aggiungendo a filo l’acqua con il lievito e poi quella rimanente.
Una volta che i liquidi saranno completamente assorbiti, unite l’olio e infine il sale.
Lavorate per 10 minuti quindi spostate  l’impasto in una ciotola leggermente infarinata e coprite. Lasciate lievitare per un’ora e poi trasferite in frigorifero per un’ora e mezza.
Trascorso questo tempo riprendete l’impasto e trasferitelo su una 
spianatoia appena spolverata di farina.
Lavorate l’impasto sgonfiandolo e stendetelo con un matterello 
in un cerchio dell’altezza di 3 o 4 millimetri.
Con un coppa pasta ritagliate tanti dischi tornando ad impastare 
e stendere i ritagli di pasta fino ad esaurimento.
Riscaldate una padella antiaderente e una volta calda cominciate a cuocere 
i dischetti coprendo con un coperchio di vetro.
Non appena saranno gonfi formando delle bolle, girateli dall’altra parte 
e cuocete ancora qualche minuto.
Lasciate raffreddare e poi farcite a piacere.





Come ogni venerdì la mia ricetta va al 






5 commenti:

  1. Li ho visti prima su fb ed eccomi qui! Buonissimi sembrano delle piccole tigelle e farcite sono splendide per un pasto veloce e una buona merenda! A dire il vero li vedrei anche a colazione con una bella tazza di tè nero :-) Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero sembrano tigelle ma in realtà l'impasto è diverso. Con il tè? Perché no 😉

      Elimina
  2. sono stupendi, sono nella mia wish list da mo', bisogna che rimedi a questa vergognosissima mancanza.
    e poi foto strepituosen, ma le conoscevo!
    braba brava brava!!!!

    RispondiElimina
  3. sono in lievitazione, ho solo dovuto sostituire la conad che non avevo in casa con la nutrifree. però lascerò l'impasto in frigorifero tutta la notte, invece che solo 1 ora e mezza, perché così li faccio espressi domattina per il pranzo a sacco dei figli. si può vero?
    praticamente quello che ci fa sempre arrabbiare: i commenti tipo "ho cambiato la farina, non ci ho messo le uova, ho sostituito il burro con l'olio. come mai non è venuto come il tuo?" ma nel mio caso dai, non sono cambiamenti così radicale... (hmmmmm hmmmmm)
    però ti lovvo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti lovvo anche io e ti ho risposto dove tu sai ;)

      Elimina

Ciao! Aspetto il tuo commento...torna a ricontrollare la mia risposta :-)

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...